.
Annunci online

  laverita [ La mia Verità su MusicaCinemaLibri ]
         

Add to Technorati Favorites


Album recensiti:

AMORPHIS - Silent Waters
AT THE DRIVE-IN - Relationship of command
CIRCUS MAXIMUS - 1st Chapter
CIRCUS MAXIMUS - Isolate
DREAM THEATER - Metropolis pt.II: Scenes from a memory
DREDG - Catch without arms
EMERSON, LAKE & PALMER - Brain Salad Surgery
KING CRIMSON - In the court of the crimson king
MANOWAR - Gods of War
MARILLION - Anoraknophobia
MARILLION - Brave
MISANTHROPE - Visionnaire
MUSE - Black holes and revelations
ORPHANED LAND - Mabool
PORCUPINE TREE - The Incident
QUEENSRYCHE - Empire
QUEENSRYCHE - Hear in the now frontier
RAMMSTEIN - Mutter
SETH LAKEMAN - Freedom fields
SNOW PATROL - Eyes open
TESTAMENT - the Gathering
THE FRATELLIS - Costello music
THE TEA PARTY - Tangents: The Tea Party collection
TOOL - Lateralus
THRICE - Veisshu
TRANS-SIBERIAN ORCHESTRA - Christmas Eve and other stories/The Christmas attic
WARREL DANE - Praises to the war machine


Film recensiti:

300
V per Vendetta


Libri recensiti:

FEDERICO BUFFA - Black Jesus
LUIGI GUARNIERI - I Sentieri del cielo
STEPHEN KING - La storia di Lisey
THOMAS MANN - I Buddenbrook




Creative Commons License
I contenuti inediti di questo blog sono pubblicati
sotto una Licenza Creative Commons


Le tracce che ho ascoltato recentemente:





Il mondo è diverso, se lo vivi di traverso ;-)












free counters


29 novembre 2006

SETH LAKEMAN - Freedom Fields (2006)



Ammetto di aver ignorato completamente l'esistenza di Seth Lakeman fino a quando non ho sentito in giro la splendida Lady of the Sea. Ed è un vero peccato, perchè il ragazzo ci sa fare, e molto. Autore di un gradevolissimo folk, Lakeman ci delizia in questo suo terzo lavoro con una serie di canzoni dalla struttura semplice e dalle atmosfere a tratti medievaleggianti, per un album che nel complesso si attesta su ottimi livelli. Interamente acustico, con il violino a fare capolino qua e là, come ad esempio nella già citata Lady of the Sea, ed una splendida voce femminile ad impreziosire una traccia delicata e toccante come King and Country, Freedom Fields è stato una piacevolissima scoperta. La notevole 1643, che insieme alla seguente e ritmata Riflemen of War costituisce un dittico ispirato alla guerra civile inglese, merita la citazione anche per la chiusura affidata ad un gioco di cori da applausi, mentre in Setting of the Sun pare di cogliere più di un riferimento al Bob Dylan acustico degli esordi.
Tocca anche ammettere di non essere un grande conoscitore di folk ma Seth Lakeman si lascia ascoltare con estrema facilità anche da orecchie profane, e l'impressione è che l'artista britannico possa davvero essere colui che porterà questo genere, tradizionalmente di nicchia, al grande pubblico. E' giovane, è piacente, ha carisma da vendere, e se non si lascerà traviare dalle sirene del successo su larga scala, che a questo punto pare inevitabile, potrà davvero regalarci altre sorprese nel corso della sua si spera lunga carriera. La sicurezza di Lakeman nel muoversi in un territorio generalmente poco frequentato da artisti della sua età è notevole e trova conferma nell'ottimo livello della prestazione live, di cui ci è data testimonianza nel cd addizionale contenente Lady of the Sea, interpretata impeccabilmente, e Ye Mariners All, risalente al suo primo lavoro.
In conclusione, un album di pregevole fattura per un giovane artista di talento, da seguire con attenzione anche perchè chi, nell'anno domini 2006, ha il coraggio di suonare acustico, e qui Seth Lakeman è in valida compagnia di personaggi come Badly Drawn Boy e Jack Johnson, merita rispetto a prescindere.





permalink | inviato da il 29/11/2006 alle 12:39 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa


sfoglia            dicembre
 


Ultime cose
Il mio profilo



MOTOCLUB TING'AVERT
STEPHEN KING
HOOPSFANFORUM/Toronto Rptors
TRANS-SIBERIAN ORCHESTRA
RAMMSTEIN
MARILLION
AT THE DRIVE-IN
DREAM THEATER
DREDG
KING CRIMSON
MUSE
ORPHANED LAND
QUEENSRYCHE
SETH LAKEMAN
SNOW PATROL
THE FRATELLIS
THE TEA PARTY
THRICE


Blog letto 76206 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom